RECENSIONE: MISCELA BALSAMICO FREDDO I BALSAMICI FLORA

Una della mie scoperte della stagione fredda è stata certamente l’uso del Diffusore per aromi. Non che non sapessi dell’esistenza di questi adorabili aggeggi ad ultrasuoni, ma ero sempre stata restia ad acquistarli. Il motivo? Non volevo disperdere nell’aria fragranze sintetiche. Grazie alla mia collaborazione con Flora però ho potuto provare la Miscela Balsamico Freddo I Balsamici Flora, un mix di olii essenziali 100% naturali e di grado alimentare. Dopo averla testata per oltre un mese credo sia quindi giunto il momento di illustrartene pro e contro. Prima di addentrarci nella vera e propria review, ti ricordo che sul blog trovi altre recensioni dedicate alle referenze del marchio. Nel caso non le avessi ancora lette, ti lascio tutti i link utili in fondo a questo articolo.

Continue reading “RECENSIONE: MISCELA BALSAMICO FREDDO I BALSAMICI FLORA”

RECENSIONE: DETERGENTE DOLCISSIMO MULTIUSO BIMBIO FLORA

Ciao Ragazze/i! Torno finalmente sui vostri schermi con una nuova recensione dopo diverso tempo. Purtroppo tra l’influenza, l’università e la gestione della casa mi rimaneva ben poco tempo da dedicare seriamente al blog. Tralasciando i miei mille problemi, oggi vorrei parlarvi della mia esperienza di utilizzo con il Detergente Dolcissimo Multiuso BimBio Flora che ho acquistato tempo fa da NaturaSì. Vi ricordo che sul blog trovate altri articoli di recensione dedicati alle referenze di questo marchio, nel caso ve le fossi perse vi lascio tutti i link utili in fondo al post.

Continue reading “RECENSIONE: DETERGENTE DOLCISSIMO MULTIUSO BIMBIO FLORA”

RECENSIONE: DETERGENTE INTIMO ALLA CALENDULA ECOR

Ciao ragazze! Oggi vi parlo di un prodotto che è diventato per me un must have dell’ultimo periodo, ovvero il detergente intimo alla calendula della Ecor.
 
DSC_0555
INCI:
 aqua
 cocamidopropyl betaine
 sodium lauroyl sarcosinate
 sodium oliveamphoacetate
 sodium lauroyl glutamate
 Cetraria islandica extract
 *Calendula officinalis extract
 sodium cocoyl hydrolyzed wheat protein
 glycerin
 lactic acid
 *Citrus medica limonum oil
 *Lavandula hybrida oil
 linalool
 Lonicera japonica flower extract
 Lonicera caprifolium flower extract
 sodium benzoate
 benzyl alcohol
 potassium sorbate
 sodium dehydroacetate
 
*ingredienti da agricoltura biologica 
testato al nickel > 1 ppm
Pao 12 mesi
Certificato I.C.E.A.
Non testato sugli animali (approvato da L.A.V.)
Prodotto in Italia
 
Avevo già acquistato questo detergente intimo più di due anni fa, prima di scoprire quello della Forsan. Il mese scorso però ho deciso di riprovarlo, lo sto utilizzando di nuovo da un pò di tempo e ricomprarlo è stata decisamente un’idea più che azzeccata. 
Il prodotto si presenta in un dispenser di plastica bianca da 500ml, è acquistabile ad un prezzo di 7,30€ circa la confezione in tutti i Naturasi ed è disponibile anche nella versione al tea tree. Il detergente ha una consistenza a gel, è di colore blandamente ambrato e odora fortemente di calendula. Lo utilizzo sia come detergente intimo che come detergente viso e mi sento di consigliarlo per entrambi gli impieghi. Come prodotto è molto delicato ma nonostante questo fa una buona dose di schiuma, inoltre non contiene profumo se non quello derivato dagli estratti e dagli olii essenziali quali l’estratto di calendula, l’olio essenziale di limone, l’olio essenziale di lavanda, l’estratto di Lonicera Japonica,  (conosciuta anche come Caprifoglio Giapponese), una pianta sempreverde con blande proprietà antinfiammatorie e conservanti e la Cetraria islandica che, anch’essa come la calendula, svolge un’azione leniva e calmante. L’acidità del tutto è regolata dalla presenza di acido lattico. Personalmente non posso che promuoverlo a pieni voti e consigliarlo a tutte, soprattutto per il prezzo conveniente. Come prodotto per l’igiene intima è delicato, non porta bruciori, secchezza, prurito e in caso di infiammazione è altamente lenitivo. Sul viso sta diventando il mio alleato contro le impurità perchè mi permette di pulire a fondo la pelle senza sentirla tirare.
Per concludere vi rimando alle schede tecniche della calendula e della lavanda, piante officinali entrambe contenute in questo prodotto.

Anche per oggi è tutto ragazze, spero di esservi stata utile.. alla prossima recensione!
naturalmenteJo
 

HAUL: I MIEI PRODOTTI PER L’ESTATE

Ciao ragazze! come promesso oggi vi terrò compagnia con un piccolo haul! Tutti i prodotti che sto per farvi vedere, a parte uno, li ho acquistati presso un negozio della mia città: il Green Store!

Il mio primo acquisto è stato la crema solare Baby Color alla carota con spf 50+ di Fitocose:


Molte di voi mi scrivono per sapere come mi trovo con i loro prodotti e come al solito non posso che ribadire il fatto che mi trovi benissimo! Al momento ho utilizzato la baby color 3 volte e non posso che esserne entusiasta. Comunque ho intenzione di dedicargli un post  in cui farvi vedere bene la consistenza, il colore e raccontarvi la mia esperienza di utilizzo.

Anche il secondo prodotto è Fitocose e si tratta del Latte solare alla carota spf 27


Non l’ho ancora provato e più che altro l’ho acquistato per il mio ragazzo, il quale non si sarebbe mai messo un prodotto come la Baby color, perciò per lui ho preso qualcosa che avesse una consistenza più fluida e maggiormente spalmabile. Ovviamente lo proverò anche io! 😛

Infine non poteva mancare il doposole! Avrei voluto prendere quello fitocose alla calendula, ma purtroppo non era disponibile, perciò ho deciso di acquistare quello della linea al Monoi di Tiarè della Tea Natura:


Per il momento ho utilizzato questo prodotto solo ieri sera ma devo dire che mi ha piacevolmente colpita! Ma anche di lui vi parlerò meglio in un post dedicato.

Infine, sono passata al NaturaSi perchè avevo terminato il mio solito detergente intimo della Forsan. Non volendolo ricomprare per la centesima volta (anche perchè credo sia cambiato qualcosa nella formulazione) ho riacquistato una vecchia conoscenza marchiata Ecor.


Non credo di avervene mai parlato perciò ne approfitterò per recensirlo! 
Bene ragazze! Anche per oggi è tutto! Prima di congedarmi però vorrei approfittarne  per salutare una ragazza che pare apprezzare molto il blog, amica del proprietario del Green Store, di cui purtroppo non conosco il nome! Non so se mi stai leggendo, ma se ci sei batti un colpo e lasciami un commentino.. non può che farmi piacere! 😀 

SCOPERTA CULINARIA DEL MESE: LA PANNA VEGETALE

Ciao ragazze! oggi faccio proprio un mini post al volo per condividere con voi la mia ultima scoperta: la panna vegetale.
So che non è una novità.. ma sinceramente non ne avevo mai trovata una che potesse competere con la panna da cucina tradizionale così per anni ho rinunciato a tutte quelle cose super “porcose” che ogni tanto si mangiano come: tortellini, panna e piselli o simili! Anni fa avevo provato una panna vegetale a pochi centesimi e dire che aveva un gusto orribile è un eufemismo.. da li avevo messo una croce sulla voce panna vegetale! La settimana scorsa però, andando al Naturasi, ho trovato la panna vegetale da cucina della Provamel, marca di cui vi ho già parlato in questo Post


Io ho avuto fortuna e l’ho trovata in offerta a 1 euro e qualche centesimo ma sicuramente a prezzo pieno non costa poco. Però c’è da dire che non è una cosa che si mangia tutti i giorni perciò quando vogliamo proprio toglierci uno sfizio si può anche fare!
L’ho utilizzata per condire la pasta in abbinata con delle verdure e anche mia madre, che non ha problemi con i latticini, ha apprezzato parecchio!

Come l’ho cucinata?

Ingredienti per il condimento:
– Panna vegetale
– cipolla secca
– noce moscata
– pepe nero
– sale q.b.
– verdura a piacere e/o prosciutto cotto/speck nel caso non siate vegetariani o vegani

In una padella antiaderente versate la panna. Non c’è bisogno di olio in quanto anche la panna vegetale, come la panna classica, è molto grassa. Aggiungete i sapori e la verdura scelta dopo di chè lasciate ridurre il tutto. Versate la pasta nel condimento e buon appetito! Secondo me, a livello di gusto non si sente alcuna differenza.. sono convinta che si potrebbe facilmente fregare chi si rifiuta di mangiare “roba vegetale” 😉

Alla prossima ragazze! 


<< NON MANGI NE LATTICINI NE UOVA?? POVERINA! >> PARTE 1# I DOLCI!

Ciao ragazze! No non sono impazzita.. questo è un post un pò diverso dal solito, dedicato a chi, come me, ha delle restrizioni alimentari da seguire per motivi di salute. Chi ne soffre sa che già il non poter mangiare latte e derivati è una grossissima limitazione, soprattutto con il nostro tipo di cucina.. se poi le intolleranze o le allergie sono più di una, spesso la situazione diventa insostenibile!
Solitamente il panico assale nei primi mesi, dove si deve riformulare totalmente la dieta e vi sembrerà di mangiare aria, ma il problema più grosso di chi non può mangiare ne latte ne uova sono assolutamente i dolci! Brioches, biscotti, torte, crostate, muffin, merendine e persino la maggior parte del cioccolato in vendita nei supermercati contengono l’uno o l’altro ingrediente (se non entrambi) e anche entrare dal fornaio diventa una lotta tra il vostro autocontrollo e la vostra golosità. 
La stessa pizza diventa triste.. perchè dobbiamo dirlo.. la pizza senza formaggio che pizza è?? 
Quindi oggi mi piacerebbe dare qualche dritta a chi ha il mio stesso problema e si trova alle prime armi, non sa che prodotti sostitutivi comprare ne dove reperirli. Premettendo che ovviamente un pò di sacrificio lo si fa comunque, soprattutto quando si è fuori casa, devo dire che da quando sono a dieta ho scoperto un sacco di cibi sicuramente più salutari nonchè dolci e pietanze altrettanto buone!

N.B. TUTTE LE MARCHE CITATE SONO REPERIBILI PRESSO I SUPERMERCATI DELLA CATENA NATURASI E NEI NEGOZI DI ALIMENTARI BIO.

Per quel che riguarda il latte vaccino, il sostituto per eccellenza è il latte di soia! Però non è così facile.. la maggior parte dei latti di soia da discount, oltre a fare veramente schifo spesso provengono da soia OGM. Tra tutti i latte di soia che ho provato, quello che assomiglia di più al latte di mucca è sicuramente quello della Provamel aromatizzato alla vaniglia. Esiste in diversi formati:
– da 1 litro
– drink da 250ml

Provamel soya drink vaniglia e cacao

e in diversi gusti:
– al naturale
– alla vaniglia
– al cacao (buonissimo)

Nel caso in cui non vi trovaste bene con il latte di soia, esistono tanti altri latti vegetali come il latte di riso, il latte d’avena e il latte di mandorla.
Personalmente, visto che non ho l’abitudine di bere latte di alcun tipo a colazione, opto per la versione drink da 250ml che potete vedere in foto.
Il latte di soya alla vaniglia è ottimo per preparare dolci vegani, mentre per le preparazioni salate trovo sia migliore il latte di riso.. provatelo per fare un purè! Sarà ottimo e anche chi non è abituato ad usare i latti vegetali vi farà i complimenti! (parola di fidanzato che mangia il purè con il latte di riso nonostante sia super schizzinoso!).

I dolci più facili da reperire, privi di latte e uova, sono certamente i budini addensati solitamente con gomma xantana o guar. Se vi piacciono questo tipo di dolci a cucchiaio, per ora i migliori che ho provato sono i budini marca Sojade! Anche questi sono disponibili in svariati gusti:
– vaniglia (i miei preferiti)
– cioccolato
– caramello 


Sulla falsa riga dei monoporzione, anche la Provamel fa un prodotto simile ma contenuto nel tetrapack:


I budini Sojade e Provamel sono ovviamente a base di soya! Se non vi piacessero sappiate che ne esistono anche di altre marche, come ad esempio quelli della Naturattiva, a base di latte di riso:


Quest’ultimo non l’ho mai provato! L’ho preso in offerta.. vi saprò dire se sono mangiabili! La Naturattiva fa anche degli ottimi gelati alla soya. Per chi non lo sapesse, questa marca è prodotta e distribuita dalla stessa azienda che mette in commercio la Valsoia, trovo però sia decisamente migliore di quest’ultima.

Ed ora il tallone d’Achille per eccellenza: i biscotti!
Per chi ama il cacao in tutte le salse, consiglio i frollini di Kamut delle Ecor.

Mentre per chi preferisce biscotti più semplici, sono assolutamente da provare i biscotti al limone della Fior di Loto! Non hanno assolutamente nulla da invidiare a dei biscotti normali!

Inutile dire che i dolci migliori sono quelli fatti in casa.. nel caso voleste provare a fare dei dolci vegani, vi ricordo i link alle ricette già presenti sul blog:


Nel caso trovaste interessanti questo tipo di post fatemelo sapere lasciando un commentino 🙂 perchè vorrei fare lo stesso tipo di articolo anche per i cibi salati!

Per oggi è tutto ragazze! Un bacio



SHOPPING CAPILLIFERO AL NATURASI E CONSIGLI

Ciao ragazze! come promesso sono tornata! come potrete immaginare in questo periodo ho comprato poco e nulla.. in pratica ho vissuto tra casa, università e commissioni varie.. La scorsa settimana però mi sono sentita in dovere di scappare al Naturasi perchè avevo assolutamente bisogno di comprare uno shampoo ecobio! Infatti,da quando il mio adorato Omnia botanica mi ha abbandonato..

 
..per praticità e pigrizia ho utilizzato per un pò solo l’ultradolce. Mai più lo avessi fatto perchè la mia cute si è ribellata! Credo che se fosse stata dotata del dono della parola mi avrebbe letteralmente mandato a quel paese (per dirla in termini fini). Perciò apriti cielo: avevo la cute secchissima, prurito e le pellicine erano spuntate come funghi. Così, cercando e ricercando tra gli scaffali del naturasi, ho scovato lui:
 
 
 

Shampoo Flora per capelli grassi e con cute tendente alla desquamazione!

Per ora l’ho utilizzato solo una volta quindi non do dirvi se è buono o meno, le uniche cose che posso commentare sono l’odore, che mi ricorda le creme balsamiche per piedi (si.. non è decisamente una bella cosa..) e il fatto che faccia veramente pochissima schiuma. Passando ai consigli: molte di voi mi scrivono perchè hanno problemi di desquamazione, forfora o simili e mi chiedono di consigliare uno shampoo che risolva questo problema. Soffrendo spesso di problemi di dermatite ecc.. diciamo che le sto provando un pò tutte, ma mi sono piacevolmente stupita quando nei giorni scorsi ho utilizzato l’olio di cocco. Ho utilizzato all’incirca un cucchiaino e mezzo di olio di cocco massaggiandolo sul cuoio capelluto, ho aspettato un’oretta perchè agisse e poi ho fatto lo shampoo. Non ci avrei scommesso un euro ma quasi tutte le pellicine erano sparite! Successivamente, cercando sul web, ho scoperto che molte utilizzano questo rimedio ed effettivamente quasi tutti hanno ottimi risultati!

Anche per oggi direi che è tutto.. spero di avervi dato qualche spunto riguardo ai vari problemi capilliferi.. Un bacio ragazze.. e alla prossima recensione ^^