RECENSIONE: FISIO-SHAMPOO ALL’OLIO DI MACADAMIA OMIA LABORATORIES

Ciao ragazze! Come vi avevo accennato su facebook questo è un periodo di cambiamenti per me e ciò mi ha portato a trascurare il blog.. oltre alla casa nuova e tutti i problemi che ne derivano (chi sta facendo casa sa di cosa sto parlando), ho deciso di lasciare l’università e di tentare le selezioni per il corso di tecnico ambientale. Ieri sera mi hanno comunicato di essere stata scelta e se tutto va bene, lunedì comincerò questa mia nuova avventura che mi terrà occupata 8 ore al giorno per i prossimi 5 mesi e spero anche oltre.. ciò ovviamente mi porterà ad essere meno presente, ma cercherò di aggiornare il blog il più possibile.

Fatta questa doverosa parentesi, passo al post vero e proprio ovvero le mie impressioni di utilizzo sullo Shampoo alla macadamia di Omia Laboratories.

fisio-shampoo-olio-di-macadamia-omia-laboratoires

 

INCI:
Immagine AQUA
Immagine COCAMIDOPROPYL BETAINE
Immagine SODIUM LAUROYL SARCOSINATE
Immagine SODIUM MYRISTOYL SARCOSINATE
Immagine COCOGLUCOSIDE
Immagine GLYCERYL OLEATE
Immagine MACADAMIA TERNIFOLIA SEED OIL
Immagine LINUM USITATISSIMUM SEED EXTRACT
Immagine GLYCERIN
Immagine PCA
Immagine PROPANEDIOL
Immagine GUAR HYDROXYPROPYLTRIMONIUM CHLORIDE
Immagine TOCOPHEROL
Immagine TETRASODIUM GLUTAMATE DIACETATE
Immagine SODIUM BENZOATE
Immagine PHENOXYETHANOL
Immagine CITRIC ACID
Immagine PARFUM

Non essendo io una fan della Omia Laboratories per i brutti trascorsi avuti con la loro maschera per capelli (clicca qui), la quale giace ancora sulla mia mensola del bagno senza che io riesca a trovarle un uso alternativo (mia madre me l’ha gentilmente ridata visto che non piace manco a lei).. quando quest’ultima è arrivata con il fisio shampoo alla macadamia tutta baldanzosa perchè c’era scritto ICEA sulla confezione, ammetto di averli guardati entrambi con estrema diffidenza (si, mia madre ora guarda se trova il bollino ICEA.. ho creato un mostro!). Nel frattempo è passato qualche mese e a furia di consumarlo di occhiatacce mi sono decisa a capitolare e a provarlo. Come shampoo è piuttosto anonimo: il packaging è semplice, si presenta sotto forma di gel trasparente semi fluido e non ha chissà che profumazione. Sulla questione profumazione vorrei precisare che mi nausea abbastanza perchè è si neutra, ma con una nota di coda piuttosto dolciastra che mi ricorda un vecchio fondo l’Oreal di mia madre. La consistenza è buona e permette una facile applicazione, ma fa ben poca schiuma, perciò se non siete abituate agli shampoo ecobio potreste avere la sensazione che non lavi. L’azione lavante è affidata alla betaina, un tensioattivo non particolarmente biodegradabile che lava bene, ma che è certamente più delicato dello SLES e dell’SLS. Per quel che mi riguarda mi ha lasciato i capelli puliti senza però seccare eccessivamente ne la cute ne le lunghezze; non mi ha risvegliato la dermatite e le tempistiche tra un lavaggio e l’altro sono rimaste inalterate. Insomma, nonostante me la sia legata al dito per la questione maschera, devo ammettere che il fisio shampoo è un buon prodottino. Personalmente non penso lo ricomprerò di mia spontanea volontà perchè la profumazione proprio non mi piace, ma per le sue performance lavanti non posso che promuoverlo!

Anche per oggi è tutto! Alla prossima recensione 😉

naturalmenteJo

Published by

NaturalmenteJo

Ciao! Sono Giorgia, ma sul web potresti conoscermi come NaturalmenteJo. Tecnico ambientale con un diploma in grafica pubblicitaria, ho deciso di reinventarmi a 360° dedicandomi a due delle mie più grandi passioni: la scrittura e la cosmesi verde. Un po' eterna Peter Pan, credo ancora che per realizzare i propri sogni basti impegnarsi e perseverare! Il mio motto? La vita è troppo breve per essere sprecata a realizzare i sogni degli altri. Per maggiori info su di me visita la pagina "about me".

15 thoughts on “RECENSIONE: FISIO-SHAMPOO ALL’OLIO DI MACADAMIA OMIA LABORATORIES

  1. Mi dispiace non ti sia piaciuta la maschera, io mi ci trovo bene con quella all’aloe vera! Lo shampoo però non l’ho mai provato, non mi ispira molta fiducia. Ma potrei ricredermi.

    1. credo sia proprio la versione all’argan a far piuttosto schifo perchè anche una mia amica ci si è trovata male, mentre di quella all’aloe ne sento sempre parlare molto bene! Avendo però ancora l’altra da cercare di non cestinare non me la sento di provare anche quella all’aloe.. se non mi piacesse ne avrei ben due da smaltire 🙁

  2. In bocca al lupo per questa nuova avventura! Io ultimamente ho provato uno shampo della Green Natural, precisamente quello Lino e Ortica e mi ci sono trovata bene (fa schiuma, lava bene, capelli non stopposi). Si trova praticamente in diverse erboristerie nella mia zona (Pisa) e costa 4,50 € per 250 mL. È certificato Icea.

    1. Grazie Selene! La green natural la vendono anche sul giardino di Arianna e ammetto che ero parecchio tentata! Mi sa che al prossimo ordine lo prendo 😉

  3. Ciao 🙂 mi sembra d’aver capito che anche tu soffri di dermatite, quindi se usi shampoo aggressivi ti si irrita il cuoio capelluto con conseguente bruciore e pruritino? (magari una maggior perdita di capelli..?) scusa se ti chiedo queste cose, ma a causa di uno shampoo sono tornata a soffrire di dermatite con tutti i sintomi che ti ho appena scritto… ho comprato questo shampoo Omia con la speranza di risolvere “fai da me” la situazione, ma il bruciore è continuato se non peggiorato. Mi sono rivolta in farmacia e devo iniziare uno shampoo consigliato dalla dottoressa della farmacia… volevo chiederti se, a parer tuo, questo shampoo, qualora lo usassi appena risolvo il mio problema, potrebbe riprovocarmelo e che magari gli shampoo bio non sono adatti davvero a tutti… 🙁

    1. Ciao Alessia! Si soffro di dermatite e ho avuto tutti i sintomi da te descritti. Io ho risolto con lo shampoo e la lozione della Ceramol prescritta mi dalla dermatologa e che riutilizzo a lavaggi alterni durante i cambi di stagione ( cerca sul blog dermatite seborroica con il cerca e trovi la recensione dei prodotti e tutte le spiegazioni con gli inci). Una volta passata la fase acuta puoi provare questo shampoo oppure prodotti simili. Io mi sono trovata bene con gli shampoo della flora, della anthyllis oppure il garnier mandorla e fiore di loto se proprio non riesci a trovare gli altri. In generale posso consigliarti di alternare uno shampoo un po’ più lavante con uno totalmente ecobio e delicato, in questo modo io riesco a tenere la situazione sotto controllo 😉

      1. Grazie mille! 🙂 cerco di evitare prodotti contenenti petrolati, parabeni, siliconi e peg-ppg e purtroppo la maggior parte degli shampoo del supermercato li contengono >.< ed anche molti shampoo da farmacia! (e questi non sono nemmeno una garanzia sulla delicatezza sul cuoio capelluto)… è proprio una seccatura il nostro problema 🙁 la farmacista mi ha dato il Physiogel, vedremo come va 🙂

        1. Si ti capisco, io uso il ceramol proprio perché a livello di inci è il più delicato e con meno schifezze.. In più io sono praticamente allergica ai profumi quindi ho molti problemi a trovare qualcosa che mi vada bene e che alla lunga non mi dia fastidi!

          1. Il ceramol in farmacia, i restanti on line oppure nei grossi ipermercati come ipercoop, iper, Auchan e simili. A volte al naturasi ( i flora li trovo li) oppure da acqua e sapone, upim, coin e ovs che ultimamente iniziano a tenere marche ecobio. Altrimenti puoi cercare nella tua zona qualche bio profumeria 😉

Rispondi