DO IT YOURSELF: CANDELE DI CERA DI SOIA IN TAZZA CON OLIO ESSENZIALE DI ARANCIO DOLCE

Ciao ragazze!
Come promesso ecco il procedimento con cui ho realizzato i regali per le mie compagne di università.
Innanzitutto: che cosa ho realizzato?
Quest’anno ho deciso di provare a fare delle candele profumate, ovviamente naturali! Sono un’assoluta neofita e, come tale, ammetto di aver avuto qualche difficoltà nel realizzarle, ma posso assolutamente ritenermi soddisfatta del risultato.
 
Per fare le candele avrete bisogno di:
– cera [io ho utilizzato la cera di soia che trovo sia la più economica, ma nessuno vi vieta di utilizzare cera d’api o altri tipi di cere]
– stearina [facoltativa- serve ad aumentare la durezza della vostra candela, io ne ho fatto a meno, ma effettivamente con la cera di soia sarebbe stato bene aggiungerla in quanto si tratta di una cera molto morbida]
– contenitori in vetro o stampi in silicone [io ho scelto di utilizzare delle simpatiche tazze in vetro trasparente decorato]
– stoppini di cotone e annesse rondelle di metallo
– olii essenziali per profumare la vostra candela [facoltativi- io ho utilizzato l’arancio dolce, ma potete anche farne a meno e fare una candela priva di profumazione]  
– miche e/o ossidi / coloranti alimentari in polvere [facoltativi- io ho lasciato la cera bianca, ma nessuno vi vieta di colorarla]
– acqua
 
 
 
 
Attrezzatura:
– vecchi cucchiai
– un contenitore in vetro
– una pentola
– stracci vecchi
– un piano di lavoro
– fornelli
– stecchi da spiedino
– pinze a becco piatto
– forbici

…………………… TANTA PAZIENZA ……………………
 
Prima di procedere con le foto premetto che questo è il metodo con cui ho fatto le candele, non sono certa che sia il metodo giusto o migliore, quindi prendete questo articolo come spunto per approfondire l’argomento.
 
Procedimento:
Ricoprite il piano di lavoro con giornali o vecchi asciugamani o passerete la serata a ripulire come è successo a me. Fatto questo, versate dell’acqua in una pentola e posizionatela su uno dei fornelli medi del vostro piano cottura. Quando l’acqua comincerà a riscaldasi, tagliate la cera, posizionatela all’interno di un brick in vetro e fate sciogliere il tutto a bagnomaria.

Quando la cera si sarà completamente sciolta, immergetevi lo stoppino. Lasciate solidificare avendo cura di stendere il filo in tutta la sua lunghezza sul piano di lavoro. Per velocizzare questo procedimento potete riporlo per qualche minuto nel freezer.
Una volta solidificatosi, inserite il filo di cotone all’interno della rondella e con le pinze stringete il beccuccio della rondella intorno allo stoppino in modo da bloccarlo.
Terminata la preparazione dello stoppino immergete nuovamente nella cera calda la parte terminale, avendo lasciato preventivamente cadere qualche goccia di cera anche sul fondo del contenitore/stampo. Applicate una leggera pressione in modo da ancorare lo stoppino al fondo del contenitore e lasciate solidificare. Per velocizzare quest’operazione, riempite una bacinella di acqua e ghiaccio e immergetevi il contenitore.
Bloccato lo stoppino, prendete uno stecco da spiedino e fate fare al filo qualche giro intorno ad esso di modo da renderlo teso e centrale rispetto al contenitore. Io non avevo gli stecchi da spiedino e mi sono arrangiata con un cucchiaino facendo il medesimo procedimento.
Aggiungete alla cera liquefatta l’olio essenziale. Per quel che riguarda le quantità andate a naso, per tentativi, sino a che non vi sembrerà di aver raggiunto un grado di profumazione adeguato, fate comunque attenzione a non esagerare ed eseguite il tutto a finestre aperte per far si che l’aria non si saturi dei vapori della cera e dell’olio essenziale.  Aggiungete l’eventuale colorante e mescolate. A questo punto mettete la cera all’interno del contenitore.

Lasciate solidificare.  Anche qui potete aiutarvi con la bacinella di acqua e ghiaccio e successivamente con qualche minuto di freezer (non troppo o la cera, una volta riportata a temperatura ambiente tenderà a creparsi).
Solidificatasi la cera, rimuovete lo stecco da spiedino e regolate la lunghezza dello stoppino con una forbice. La vostra candela è pronta! 

La candela è terminata!
Per concludere.. visto che siamo in tempi di crisi, calcoliamo quanto abbiamo speso per fare le nostre candele:
 
Ho ordinato tutto il materiale utilizzato da Aroma zone, dividendo le spese di spedizione con un’amica. Qui di seguito trovate il costo di una candela:
– 0,32€ a candela di spese di spedizione (3,90€ tot.)
– 0,74 € costo della cera di soia a candela (8,90€ tot)
– 0,15€ costo di stoppino e rondella a candela (0,90€ tot)
– 2,00€ costo della tazza in vetro trasparente decorato (ikea)
________________________________________________________________________
  5,21€ a candela 
 
Mediamente una candela profumata, totalmente naturale, ha un prezzo che si aggira attorno ai 12.00-14.00€.
Per oggi è tutto ragazze, spero di esservi state utile! Un bacio e alla prossima!
 

Published by

0 thoughts on “DO IT YOURSELF: CANDELE DI CERA DI SOIA IN TAZZA CON OLIO ESSENZIALE DI ARANCIO DOLCE

Rispondi