IN CUCINA CON NATURALMENTEJO: LE CREPES ALLA FARINA DI CECI

Ciao ragazze! anche se un pò in ritardo con i tempi ecco una ricetta velocissima per fare delle fantastiche crepes senza uova e senza derivati animali!
Probabilmente qualcuna di voi conosce ricette simili, personalmente è la prima volta che provo a farle e devo dire che sono buonissime! la pastella può essere usata anche per fare una “frittata” di zucchine, patate, cipolle ecc.. insomma potrete far lavorare assolutamente la fantasia!
Questa è la ricetta che ho usato io (le dosi le ho fatte sul momento andando a naso e cercando di ricordarmi come si faceva una classica pastella da crepes, con queste vi verranno fuori 3 mestoli circa di pastella, quindi 3 crepes piccine, se volete farne di più aumentate le dosi proporzionalmente).
 
Ingredienti:
– 4 cucchiai di farina di ceci (usatene una bio o comunque di buona qualità perchè è quella che darà il gusto a tutto il composto)
– 1 cucchiaio d’olio evo
– 1/2 cucchiaino di bicarbonato
– acqua q.b.
– sale 
– pepe
 
Farcitura:
a piacere
 
Procedimento:
Mettete in una terrina la farina di ceci, l’olio, il bicarbonato, il sale e il pepe.
 
 
A questo punto, aiutandovi con una frusta, incorporate poco alla volta l’acqua sino ad ottenere una pastella piuttosto liquida che possa essere raccolta comodamente con un mestolo da minestra.
 
 
Scaldate a fuoco vivo una padella antiaderente con pochissimo olio evo, quando l’olio comincia a sfrigolare abbassate il fuoco del fornello e portatelo quasi al minimo. Mettete un mestolo di pastella nella padella calda e fate cuocere il tutto pochi minuti per lato. Attenzione: proprio come accade per le crepes tradizionali, anche la farina di ceci brucia facilmente, quindi fate attenzione perchè ci vuole veramente poco per fare un pasticcio!
 
 
Andate avanti e ripetete la cottura per ogni mestolo di pastella sino a quando non l’avrete terminata.
Consiglio: se potete farcite subito la vostra crepes o rischierà di rompersi.. io purtroppo ero da sola e infatti la seconda, durante la farcitura, mi si è rovinata.
 
 
Se dovete servirle come antipasto vi consiglio di farcile e arrotolarle di modo da poter poi tagliare tanti rotolini a mo’ di sushi, magari servendoli su un letto di lattuga per fare un pò di scena. Potete farcire la vostra crepes come meglio credete: 
– se non siete vegetariani ne avete intolleranze nei confronti dei latticini potete buttarvi sulla classica prosciutto cotto e formaggio
– se siete vegetariani potrete fare una farcitura caprese con pomodorini a dadini, mozzarella, sale olio e origano oppure con una crema di formaggio caprino, erba cipollina, sale e pepe. 
Io ho optato per la versione “ligure” ovvero la farcitura con il pesto!
Dovete sapere che qui in liguria, quando si va nelle creperie, tra le crepes salate c’è sempre la versione al pesto.
 
Per chi non sapesse come si prepara il pesto ligure, vi ricordo velocemente la ricetta..
Ingredienti:
– Foglie di basilico
– olio evo
– aglio
– parmigiano (c’è chi mette parmigiano e pecorino insieme, personalmente preferisco la versione con solo parmigiano)
– pinoli
– sale q.b.
 
Procedimento (tradizionalmente si utilizzava il mortaio, io lo faccio tranquillamente nel robot da cucina): lavate e asciugate le foglie di basilico fresco e ponetele nel bicchiere del robot da cucina insieme a uno spicchio d’aglio (se ne fate poco mettetene mezzo), una manciata di pinoli, una manciata di parmigiano e/o pecorino ed il sale. Azionate le lame e a filo aggiungete l’olio sino a quando non avrete raggiunto la consistenza di una crema spalmabile. A questo punto assaggiate, aggiustate eventualmente di sale e spalmate il pesto sulle vostre crepes. Se ve ne dovesse avanzare potete conservarlo nel frigo, in un recipiente per qualche giorno, avendo cura di coprire la supercie con dell’olio di modo che non scurisca. Con il pesto in eccesso potete condire degli ottimi spaghetti, meglio se le bavette (ovvero lo spaghetto lievemente schiacciato.. qui in liguria è un classico) oppure una pasta fresca a base di farina di castagne.
 
Care ragazze spero di avervi dato un’idea simpatica per preparare un gustoso antipasto! Alla prossima 🙂
 
 

Published by

0 thoughts on “IN CUCINA CON NATURALMENTEJO: LE CREPES ALLA FARINA DI CECI

  1. mmmm ho provato uan volta a fare delle frittelle con la farina di ceci e le alghe: divine! Questa la provo sicuro perchè adoro il pesto!
    Ma toglimi uan curiosità: è vero che per fare le bavette al pesto a genova si cuociono insieme alla pasta patate e fagiolini? Me lo disse il mio ex ragazzo a cui a sua volta lo disse un suo amico genovese, ma in rete non ho mai trovato riscontro per i fagiolini mentre per le patate qualcuno dice di si. Meglio di te chi può dirmelo? 😀
    Io comunque il pesto lo facico senz'aglio perchè altriment non lo digerisco, sob 🙁

  2. Si è vero, mia zia lo fa! dopo di che si fa la patata a pezzetti e si tagliano i fagiolini grossolanamente e li si serve insieme alla pasta.. ma noi lo facciamo proprio nei giorni speciali perchè la pasta diventa una bomba.. dopo un piatto di quella sei pieno come un uovo! XD io cmq preferisco la versione senza patate e fagiolini ^^

Rispondi