ESSENCE – seconda parte –

Eccomi di nuovo qua, tornata dall’ennesimo shopping natalizio e conseguente scambio regali con le colleghe universitarie 😀 e soprattutto dopo aver fatto l’ennesima capatina allo stand lana e sapone naturale per prendere la pomata all’artiglio del diavolo per mia madre.. cerco di mettere insieme la seconda parte della recensione essence! 
SMALTINI COLOUR AND GO: la linea colour and go mi piace da impazzire! il mio colore preferito è il bianco, molto carino e discreto sulle mani, soprattutto se abbronzate! i C.A.G. costano 1.29€ l’uno e ovviamente non sono ecobio (non esistono smalti ecobio),non potevano scegliere nome più appropriato per questo prodotto.. in quanto si asciuga in un attimo! la “sua morte” sarebbe metterlo senza base, in questo modo ha un’asciugatura veramente rapida, ma prima di tutto vengono le nostre unghie perciò cerchiamo di utilizzare sempre una base di buona qualità, per evitare che l’unghia si rovini e si macchi.
Un piccolo appunto: lo smalto trasparente non è una base..al massimo può essere utilizzato come top visto che non andrebbe a contatto diretto con l’unghia..le case cosmetiche infatti, intendono il trasparente come colore e quindi non lo privano di tutte quelle sostanze che ingialliscono l’unghia.
Bisogna inoltre ricordare che gli smalti essence sono privi di sostanze tossiche e potenzialmente cancerogene come la formaldeide! Durata ottima, ho tenuto lo smaltino bianco anche per sei giorni ed era ancora intonso!
SMALTI MULTI DIMENSION: smalti di formato più grande rispetto al precedente, hanno una finitura particolarmente laccata, asciugatura rapida anche se forse lievemente meno veloce dei C.A.G., i colori matt in particolare sono particolarmente resistenti e duraturi ma soprattutto coprenti alla prima passata. Come smalti sono particolarmente adatti come base per fare nail art.. per esempio mi è capitato più volte di utilizzare il n° 39 (color cioccolato) come fondo per una nail art zebrata bianca!
Ecco lo smalto essence applicato prima su tutta l’unghia e poi con la nail art.
Oltre agli smalti, la essence, offre tutta una linea di prodotti dedicati alla nail art come il dotter da decorazione, gli smalti con pennellino sottile, smalti adesivi, decori, colla per unghie, balsami unghie, olio per le cuticole, bastoncini per le cuticole in legno d’arancio, lime profumate da borsetta e la lima lucidante a sei fasi. Proprio quest’ultima su you tube è particolarmente consigliata..e io da brava pecora l’ho subito comprata rimanendone entusiasta!
LIMA 6 IN 1: bellissima lima a sei fasi, anch’essa pagata una cifra irrisoria..abituata ai prezzi del materiale per la ricostruzione unghie, non ha nulla da invidiare alle lime vendute a prezzi molto più alti! le prime due fasi sono fatte di materiale abrasivo, la prima a granatura più spessa di colore nero, utile per accorciare l’unghie e una a granatura più fine di colore bianco, utile per rifinire la forma e togliere eventuali imperfezioni della lamina ungueale; dalla terza alla sesta fase invece ci sono gli step di lucidatura..basta semplicemente seguire la consequenzialità dei numeri e il gioco è fatto!
L’unico difetto che ho trovato in questa lima è l’eccessivo foam (spessore) che la rende poco adatta a sistemare le unghie corte ma nulla di così irriparabile!
EXPRESS DRY DROPS: l’express dry drops è una delle mie ultime scoperte.. altri non è che il salva vita per tutte quelle persone che, come me, sono prese da schizzofrenia compulsiva quando si rendono conto che, avendo lo smalto fresco, hanno un raggio d’azione limitato..perciò invece che star ferme come suggerirebbe il buon senso, iniziano a contorcersi e a prendere gli oggetti facendo una brutta imitazione di un gambero.. risultato? smalto rovinato nel 99% dei casi.. ma con questo finalmente NO! Giuro non sono stata pagata da Mastrota per vendervi pentole e sieri asciuga smalto..ma devo dire che mi ha risolto la vita..in meno di 60 secondi lo smalto è praticamente asciutto, basta metterne una goccia alla base dell’unghie e inclinare lievemente le dita di modo che il prodotto ricopra tutto lo smalto, aspettare pochi secondi e potrete passare direttamente alla stesura successiva! L’unico difetto, anche se per me non lo è, è che lascia una patina lievemente unta ma ciò può farci risparmiare l’olio per cuticole a fine manicure..quindi tirate voi le somme 😉
vi aspetto per la terza parte..si ho provato tanti prodotti!

Stavo per dimenticarmi!se vi interessano le recensioni di make up: essence, elf e non solo fate una capatina su RaelMENTE!
http://raelmente.blogspot.com/2010/12/essence-multi-dimension-n-42-dress-to.html

Published by

0 thoughts on “ESSENCE – seconda parte –

  1. Tessora grazie per la citazione :*
    Sono decisamente tentata dall'acquisto dello smalto color cioccolato, accidenti… non dovevo leggerti! XD
    Scrunt per i colour & go. da me costano 1,99 € come gli altri…
    Il dry drops l'ho comprato anch'io (è un prodotto nuovissimo ecco perchè è una nuova scopeta eheh) anche su di me è stato ottimo, ma ne ho usate due di gocce e non è stato veloce come su di te, però buono devo dire ^^
    Riguardo l'olio per cuticole: io pensavo si mettesse prima dello smalto, o meglio io faccio uno scrub, poi lo rimuovo e dopo procedo con la base 🙂 non metto niente dopo, sbaglio?

  2. l'olio per cutticole va messo per ultimo perchè essendo appunto oleoso fa far meno presa allo smalto!io di solito quando faccio le manicure alle clienti segue quest'ordine: spingo le cuticole con il bastoncino d'arancio, regolo la lunghezza, tolgo con uno spazzoloino tutti i residui,opacizzo lievente l'unghia con un mattoncino opacizzante per unghie naturali, dopo di che passo la base,faccio le due passate di smalto e metto il top,quando è tutto asciutto passo l'olio per cuticole e metto la crema mani 🙂

Rispondi