CARASSIUS AURATUS #2: LA SCELTA DELL’ACQUARIO E GLI ACCESSORI INDISPENSABILI PER IL SUO AVVIO

Ciao ragazze! Ecco la seconda puntata relativa al Pesce rosso! Nel caso vi foste persi la prima parte potete leggerla cliccando qui.

Dopo aver fatto una panoramica sul carassius in quanto animale, passiamo ai problemi pratici: dove possiamo alloggiare i nostri pesci?

Prima regola per approcciarsi all’allevamento casalingo di questi pesci è sicuramente non prendere neppure in considerazione l’idea di utilizzare le classiche bocce che sono assolutamente inadatte ad ospitare i nostri carassi. Esclusa la boccia, dovremo orientarci nella scelta dell’acquario. La scelta del litraggio di quest’ultimo è strettamente legata al tipo di pesci rossi che volete tenere in casa e al loro numero, non il contrario. Se non avete possibilità di liberare i vostri pesci in laghetti o fontane di amici, escludete preventivamente tutte le specie omeomorfe. Esse infatti, una volta adulte, hanno bisogno di una quantità d’acqua a dir poco proibitiva in appartamento, a meno che non siate particolarmente appassionati, abbiate spazio in casa e possiate sostenere un discreto impegno economico dettato dalla gestione di acquari anche da 250-300 litri. I carassi omeomorfi infatti necessitano di minimo 100 litri a esemplare, in quanto, se ben alimentati, raggiungono tranquillamente i 30 centimetri.

Lo stesso discorso, ridimensionato, va fatto per le specie eteromorfe. Le specie eteromorfe o ornamentali presentano corpi compressi, tozzi, pinne molto lunghe e sono piuttosto scarse nel nuoto. Questo permette di ridurre piuttosto sensibilmente i litri pro capite che si aggirano intorno ai 50 litri a pesce; di conseguenza: per una coppia sarà necessario un acquario da 100 litri, per tre esemplari 150 e così via..

I litri dell’acquario si calcolano moltiplicando tra loro le 3 dimensioni della vasca:

– larghezza x altezza x profondità

un litro corrisponde ad 1dm^3 perciò se possediamo un acquario 60x30x40 cm in dm avremo 6x3x4 dm, moltiplicandoli otterremo il volume in dm^3 pari 72 quindi il nostro acquario conterrà 72 litri.

Fatta la scelta relativa alla tipologia di pesce, è giunto il momento di acquistare l’acquario. In commercio ne possiamo trovare per tutti i gusti; per non sbagliare è bene seguire queste semplici regole:

  • i vetri non devono essere bombati
  • è bene scegliere un acquario chiuso in quanto i carassi sono ottimi saltatori e potrebbero cadere accidentalmente sul pavimento
  • tenete presente che i litri dichiarati dal negoziante sono i litri lordi, ovvero i litri che l’acquario può contenere senza arredamento interno. I litri netti, quelli sfruttabili dal pesce, sono sempre inferiori

Insieme all’acquario, dovrete munirvi di:

  • Mobile per sorreggere la vasca: nei negozi specializzati ne trovate diversi. Essendo che con questi pesci si parla di litraggi non inferiori ai 100 litri, i mobili normali, a lungo andare rischiano di imbarcarsi sotto il peso della vasca e del relativo allestimento. Se non volete acquistarne uno potete costruirlo come sto facendo io, a breve pubblicherò le fotografie! Il bello del costruirsi il mobile è sicuramente il poterlo fare a proprio gusto.
  • Filtro: il filtro può essere, a vostra discrezione interno, quindi da posizionare all’interno della vasca, o esterno.
aquamedic_Rio300
esempio di filtro interno
-immagine reperita in rete-
  • Materiali filtranti: i materiali filtranti sono quelli che trattengono la sporcizia e mantengono l’acqua pulita. I materiali filtranti da utilizzare sono principalmente: la lana di perlon, spugne di diversa granatura e cannolicchi. Spugne e lana formano il cosiddetto filtro meccanico, in quanto trattengono al loro interno i rifiuti solidi quali cibo e feci; i cannolicchi in ceramica formano il filtro biologico ovvero servono da punto di ancoraggio per tutti quei batteri benefici che trasformano i nitriti, composti organici altamente tossici, in nitrati. I cannolicchi vanno acquistati una sola volta e non vanno più sostituiti.
IMGP1919
lana di perlon
– immagine reperita in rete-
952915d5d62cbc18b5d0e93fce52cfc6_medium (1)
Spugna
-immagine reperita in rete-
acquario_d_cannolicchi
cannolicchi
-immagine reperita in rete-
  • Pompa: la pompa va alloggiata nel filtro interno ed è quella che genera il flusso d’acqua d’entrata e uscita. In commercio ce ne sono moltissimi modelli. E’ sempre bene optare per modelli sovradimensionati rispetto al litraggio della vostra vasca in quanto i pesci rossi sporcano molto e pompe poco potenti potrebbero facilmente intasarsi.
  • Riscaldatore: sebbene i pesci rossi siano cosiddetti “pesci d’acqua fredda” è bene munirsi comunque di un riscaldatore in quanto soffrono moltissimo gli sbalzi di temperatura e, in caso di malattia del pesce, può risultare utile per alzare gradualmente la temperatura. Anche in questo caso potete scegliere tra modelli interni o esterni come per il filtro.
vulcano300b
Esempio di riscaldatore interno
-immagine reperita in rete-
  • Aeratore: tutti i pesci hanno bisogno di acqua ben ossigenata, in particolare però i pesci d’acqua fredda. In natura infatti più l’acqua è fredda più contiene alte percentuali di ossigeno in soluzione, ne consegue che gli animali abituati a vivere a basse temperature abbiano bisogno di acque particolarmente ossigenate. Per sopperire a questo problema possiamo immettere in vasca delle piante e abbinarvi un aeratore. L’aeratore è composto da un motore, da un tubo in gomma e da una pietra porosa. Solitamente in commercio, chiedendo un aeratore, vi verrà fornito solo il corpo motore e dovrete acquistare a parte il tubo e la pietra.
20080903_tetra_aps_100
Aeratore
-immagine reperita in rete-
tetra-tubicino-per-aeratore
Tubo per aeratore
-immagine reperita in rete-
TH30789_p00_a01_v001
pietra porosa per aeratore
-immagine reperita in rete-
  • Fondo per piante (opzionale): nel caso vogliate inserire delle piante bisogna preparare il fondo concimandolo, per questo motivo solitamente si compra l’argilla apposita. Costa pochi euro e la trovate nei negozi di animali con un reparto di acquariologia bene fornito.
  • Sabbia da fondo: per i pesci rossi è indicato un fondo a granulometria medio-fine per evitare incidenti. Non di rado infatti capita di vedere i pesci prendere in bocca i sassi e risputarli, con granulometrie maggiori può capitare che il sasso si incastri nella bocca del pesce. Per la scelta del fondo, evitate sabbie dai colori fluo a pochi euro, esse infatti non sono adatte e potrebbe rilasciare calcare nell’acqua. Orientatevi verso fondi naturali dai colori tenui.
40933_naturkies_wei__1_2
Sabbia da fondo a granulometria fina
-immagine reperita in rete-

Bene ragazze, per oggi è tutto! Nel prossimo articolo tratterò l’allestimento dell’acquario, della maturazione del filtro e del ciclo dell’azoto! Spero di esservi stata utile!

naturalmenteJo

Published by

NaturalmenteJo

Ciao! Sono Giorgia, ma sul web potresti conoscermi come NaturalmenteJo. Tecnico ambientale con un diploma in grafica pubblicitaria, ho deciso di reinventarmi a 360° dedicandomi a due delle mie più grandi passioni: la scrittura e la cosmesi verde. Un po' eterna Peter Pan, credo ancora che per realizzare i propri sogni basti impegnarsi e perseverare! Il mio motto? La vita è troppo breve per essere sprecata a realizzare i sogni degli altri. Per maggiori info su di me visita la pagina "about me".

0 thoughts on “CARASSIUS AURATUS #2: LA SCELTA DELL’ACQUARIO E GLI ACCESSORI INDISPENSABILI PER IL SUO AVVIO

  1. Che belli questi articoli..io adoro i pesci rossi! Brava JoJo..aspetto il 3°! 🙂
    io ho un acquarietto di 40litri..vorrei tanto un pesciolino rosso, a me piacciono i cometa o faintail o veiltail, ma non l’ho mai preso perchè so che devono vivere in coppia e con un acquario più grande..ma mi dispiace così tanto.. purtroppo un acquario più grande non posso proprio prenderlo, non ho spazio!

    1. Ciao Ale! Grazie ^^ Anche io erano secoli che volevo dei pesciolini e finalmente ho trovato lo spazio ^^ sto cercando di fare le cose per bene e ho pensato di condividere ciò che ho trovato sulla rete! Sei una delle poche persone che prima di prendere sei pesci si informa, ti faccio i complimenti 🙂 molti prima li acquistano e poi scoprono di non poterli tenere!
      Se ti può consolare quando prenderò i miei metterò tante foto 🙂

  2. Sììì fai tante foto!!!
    io adoro gli animali..e non li farei mai soffrire! il mio ragazzo ha un acquario da diversi anni ed appassionato, quindi mi ha insegnato lui un bel po’ di cose!
    Io vorrei provare a prendere un pesciolino rosso nel mio 40 litri..dici che neanche uno posso tenerlo? mmh.. purtroppo me ne sono morti diversi di pesci..eppure seguo tutte le cose che devo fare! boh..non capisco..e ogni volta ci rimango male!

    1. Il problema dei pesci rossi è che andrebbero almeno presi in coppia o soffrono la solitudine! Il tuo litraggio è lordo o netto? se netto potrebbe appena bastare per un pesciolino però non sarebbe la situazione ideale 🙁 Che pesci hai avuto? io in passato ho avuto tre rossi a pinna a velo ma dopo un anno mi sono morti e ora, con l’avvento di internet ho capito che avevo fatto un mare di errori perchè avevo seguito le istruzioni del negoziante! Essendo il tuo fidanzato un appassionato non riesci a convincerlo a tenerti i due pesciolini 😉 potrebbe essere un’idea 😀 Conta che più la vasca è piccola più va incontro ad alterazione dei parametri dell’acqua sopratutto con i pesci rossi che sporcano molto! Con un 40 litri però potresti prenderti dei guppy o forse un betta! Sono pesciolini molto colorati, con le pinne a velo e rimangono di dimensioni ridotte.. potrebbe essere un’idea 🙂 Se vuoi un pò di informazioni a riguardo ti suggerisco il forum di AcquaPortal!

  3. Sì Sì so tutto! 😉 però io ho problemi di spazio! purtroppo non ho ancora una casa mia..e nella mia camera ci sta solo questa vaschetta!
    Ho avuto betta(morto..), guppy(ma fanno troppi piccoli e in poco ti trovi la vasca invasa!!!), colisa lalia(meraviglioso! è l’ultimo che è morto.. =(), e lumachine che ormai le ho da anni e sono le uniche che resistono!
    Il mio ragazzo ha un 60 litri..non enorme perchè anche lui non ha molto spazio.. Lui ha guppy e platy di diverse generazioni ormai! non ne compra da un bel po’!
    Io adoro le caridine..le ho avute diverso tempo e le adoro!!! ma d’estate soffrono le alte temperature e muoiono tutte..quindi è inutile.. =(
    Boh vorrei prendere un pesciolino rosso..però sono frenata sapendo che non vivrebbe nelle migliori condizioni..e che nel giro di un anno dovrei dargli un compagno e una vasca più grande..se vive un anno glielo darei! tra un anno sarò sicuramente fuori di casa e laureata!!
    Però fino a novembre deve stare in quel 40 litri!
    pensa che in ospedale dove faccio tirocinio hanno due pesciolini rossi mi sembra faintail o veiltail che sono anche grossi e vivono in una vaschetta più piccola della mia.. 🙁

    1. Beh forse se stringi i denti puoi aspettare un annetto e poi prenderti i pesci rossi! Se però sai che entro l’anno riesci a dargli una sistemazione adeguata e un compagno potresti sempre provare, magari cercando di scegliere un esemplare particolarmente giovane in modo che non diventi subito una super trota 😀 Però a quel punto devi essere certa di poterti attrezzare a breve con vasca filtro ecc più grandi.. pensaci e vedi cosa fare.. se manca solo un anno forse vale la pena aspettare ^^ e te lo dice una che aspetta da 3 anni 😀

  4. Eheheh io aspetto più di tre anni! sono almeno 2 anni che vorrei un pesce rosso! =P da quando ho l’acquarietto! più che altro ho moltissime piante e so che loro le mangiano!
    non so..forse proverò a prenderlo! mmh..sono parecchio frenata..
    vedremo..

    1. se li alimenti nel modo corretto e quindi dando la verdura non dovrebbero neppure guardarle le piante! Io le ho appena comprate.. speriamo non se le sbranino 😀

  5. Le piante le mangiano anche se alimentati correttamente… è che sono dei ciccioni! Però non le mangiano tutte e ogni soggetto ha comportamenti differenti… c’è chi vede crescere rigoglioso il ceratophyllum e chi lo vede sparire in un pomeriggio. C’è persino chi si ritrova le anubias (famose per essere piante resistenti ai carassi) smangiucchiate!! Fatto sta che le alghe vere ci vogliono, quindi vale la pena di fare un po’ di esperimenti per trovare quelle giuste.

    Molte piante non hanno bisogno di fondo perché vivono ancorate o galleggianti…in rete si trovano schede dettagliate e in poco tempo ci si fa una vera e propria cultura! 🙂 E’ il caso dell’anubias, del ceratophyllum (ormai avrete capito che ne ho un quintale in vasca…lo tiro sempre fuori!), della lemna minor e di molte molte altre!

    Se non si possono dare le giuste condizioni al pesce è sicuramente meglio aspettare (anche perché da solo poveretto!! Che tristezza!) e evitargli futuri traslochi fastidiosi e stressanti (per tutti, mica solo per lui).

    Alcuni filtri hanno in dotazione la spray – bar. E’ una cannuccia trasparente forata che riversa l’acqua in acquario suddividendola in piccoli getti e assolve lo stesso compito di un areatore senza però dar fastidio alle piante e consumare energia elettrica. Movimenta un po’ meno l’acqua, ma la si può prendere in considerazione (ovviamente non dovete essere infastiditi dal rumore dello sciacquio continuo)

    Bello vedere finalmente qualcuno che non mette insieme un blog per poi dare informazioni sbagliate su come si tengono i pesci rossi!! Fantastica!!

    1. io sono super fortunata perchè i miei due pesciotti non mi hanno mangiato praticamente nulla 😀 ti ringrazio per i complimenti! Prima di prendere i miei pesci ho messo sotto sopra diversi forum e fatto domande sino alla nausea.. molti notavo che si scocciavano a rispondermi perchè era cose “basilari” ma mi sono detta che evidentemente se eravamo in tanti a chiedere era giusto aver pazienza e condividere.Nella mia ignoranza in materia (ho i pesci rossi solo da marzo) ho cercato di mettere insieme tutto quello che ho imparato! Di sicuro ci sono alcune lacune dettate dall’inesperienza ma facendo così spero di fare “buona informazione”.. nell’era di internet non trovo accettabile prendere un animale senza informarsi sul suo corretto mantenimento! se ti interessa, nel blog ci sono altre schede simili ^^

Rispondi